Testo a cura di Elena Beltrametti

Per dolci con poco zucchero intendo quelle ricette con almeno la metà del dolcificante usato nella pasticceria classica. Considero come zucchero tutti i dolcificanti tipo malti, sciroppo d’acero, d’agave oppure succo di frutta ristretto come il birnel, in quanto questi dolcificanti sono ciò che rimane dalla lavorazione della frutta o concentrato della linfa, come il già menzionato sciroppo di acero, per citarne uno. Pensate che per fare un litro di sciroppo sono necessari 10 litri di linfa. Normalmente per dolcificare uso succo di frutta fresca compresa la polpa in quanto quest’ultima aiuta la friabilità del biscotto o della torta e apporta fibra utile per la salute. Al posto dello zucchero bianco do la priorità allo zucchero di canna integrale in quanto contiene ancora fibra, vitamine e minerali. È vero che lo zucchero di canna non è proprio a chilometro zero ma nei paesi di produzione della canna da zucchero viene proprio utilizzato tutto di una pianta e le persone che ci vivono hanno un posto di lavoro.

Biscotti di miglio e riso integrali per la colazione o la merenda: ingredienti

Le farine non devono essere finissime.

  • 150 g di farina di riso integrale (eventualmente si può usare 120 g di farina di riso e 30 di farina di avena);
  • 100 g di farina di miglio integrale non troppo fine;
  • 50 g di zucchero di canna integrale;
  • 5 c da caffè rasi di lievito per biscotti senza fosfati. Trovate questo lievito in un centro di alimenti naturali;
  • 1 c da caffè raso di sale;
  • 40 g di olio di oliva pressato a freddo;
  • latte di riso quanto basta per un impasto come un budino oppure succo di mela o altra frutta centrifugata al momento. Buono anche il succo pastorizzato senza aggiunta di zucchero;
  • scorza di 1/2 limone o arancia grattugiata da mischiare con il liquido scelto;
  • una punta di vaniglia, opzionale.

→ Biscotti in forno

Procedimento

Dentro a una ciotola mischiate tutti gli ingredienti asciutti in modo uniforme. Praticate una buca e versatevi l’olio e il latte di riso o il succo. Rimestate in modo omogeneo fino ad ottenere un impasto morbido come un budino.

Scaldate il forno a 180°. Foderate una teglia con della carta da forno e con un cucchiaio da minestra disponetevi sopra dei mucchietti, questi si espanderanno a dipendenza della densità dell’impasto. Infornate nella parte media a 180° ventilato. Tempo di cottura circa 25 minuti a dipendenza dell’impasto. Devono apparire belli dorati. Una volta cotti avranno una consistenza morbida all’interno e leggermente croccante esternamente. Eventualmente, se li volete più secchi, una volta cotti posizionateli sulla griglia, spegnete il forno e lasciate la porta aperta 7 cm circa. Otterrete 35 biscotti a dipendenza del liquido usato.

 

→ Risultato finale e alcune varianti

Varianti
  • quando l’impasto è sulla teglia a “mucchietti” si estende a dipendenza della consistenza, usando un cucchiaino con sopra della confettura, a piccole quantità fatela scorrere con le dita sopra l’impasto già sulla teglia secondo vostro gusto;
  • sciogliete a bagnomaria il fabbisogno in cioccolato e quando è sciolto pennellate i biscotti freddi;
  • pennellate un biscotto di cioccolato e posizionate sopra l’altro biscotto a mo’ di panino farcito;
  • mischiate alle farine della frutta secca come mandorle, nocciole ecc. tritati o frutta seccata a pezzetti come mele, uvetta, fichi, datteri, albicocche.

Consiglio: per facilitare il taglio a pezzetti dei fichi, datteri e albicocche passateli brevemente nella farina.

 

 

 

 

I libri di Elena Beltrametti sono disponibili online sul sito internet di Fontana Edizioni:
www.fontanaedizioni.ch
L’autrice scrive anche sulla rivista “Terra Ticinese”: www.terraticinese.ch

 

Lascia un commento

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto